NOVITA’

CONSIGLI DI LETTURA /  GENNAIO – FEBBRAIO 2021

FOCUS / #7 DAVID BOWIE E CONTROCULTURA IN MUSICA
Nell’anniversario dalla scomparsa (10 gennaio 2016) del personaggio unico di David Bowie, lo vogliamo omaggiare con una bibliografia che percorre la sua vita iconica e la sua storia artistica attraverso il commento delle sue canzoni, la rappresentazione grafica del suo anticonformismo e delle sue strabilianti performance. In biblioteca trovi un elenco di titoli dedicati al Duca Bianco, “un mortale con le potenzialità di un supereroe”, oltre a un settore interamente dedicato alla musica, sempre aggiornato con i titoli più nuovi con una particolare attenzione ai giganti del jazz ai grandi artisti che hanno dato voce alla rabbia e alla spinta rivoluzionaria di un’intera generazione. Anche nella nostra sezione Graphic Novel trovate narrazioni alternative riguardanti il mondo della musica. Consulta l’elenco dei titoli nella notizia qui sotto.

PROPOSTA DI LETTURA / #7 SAGGI FRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO
In tempi così incerti e difficili focalizzarsi sul presente può essere una sfida troppo grande da affrontare da soli, quindi ci vengono in aiuto alcuni saggi capaci di analizzare i nostri giorni in maniera lucida e completa. Lo sguardo però, come spesso accade, è sempre diviso fra il confronto col passato e la prospettiva sul futuro: una sorta di Giano Bifronte che coniuga la lezione della storia con una riflessione sulle conseguenze a lungo termine di ciò che stiamo vivendo. Certamente questo vale per il virus e le epidemie ma anche per tanti altri temi. Ecco allora che vi proponiamo una lista di saggi sull’attualità e non solo. Consultala nella news.

NOVITA’ / #7 L’HA SCRITTO UNA DONNA

Questo mese abbiamo davvero tantissime novità, abbiamo acquistato molti libri per ragazzi e arricchito la sezione dei graphic, dei gialli, dei romanzi storici. Potete trovare l’elenco completo nella news, ma intanto vi proponiamo alcune scritture femminili fra i nuovi arrivi, caratterizzate per il carattere insolito ed esuberante delle loro storie, provenienti tutte da parti diverse del mondo che sanno descrivere in modo molto evocativo. Allora per viaggiare con la mente attraverso sguardi controcorrenti, suggeriamo alcune letture. Consulta la notizia qui sotto.

GENNAIO / FEBBRAIO 2020 #1 news | volantino
MARZO / APRILE 2020 #2 news | volantino
APRILE / MAGGIO 2020 #3 news
ESTATE 2020 #4 news
OTTOBRE / NOVEMBRE 2020 #5 news
DICEMBRE 2020 #6 facebook
GENNAIO 2021 #7 news

crediti fotografici: Luana Rigolli

#7 / DAVID BOWIE E LA CONTROCULTURA IN MUSICA
“There’s a starman waiting in the sky
he’d like to come and meet us
but he thinks he’d blow our minds
he’s told us not to blow it
cause he knows it’s all worthwhile”

Ecco un elenco di titoli dedicati al Duca Bianco, “un mortale con le potenzialità di un supereroe”:

David Bowie. Fantastic voyage. Testi commentati, Francesco Donadio
Bowie 1947-2016. La biografia, Wendy Leight
David Bowie. L’uomo che cadde sulla terra, a cura di Pippo del Bono
Sono l’uomo delle stelle. Vita, arte e leggenda dell’ultima icona pop, a cura di Sean Egan
Bowie, Simon Critchley
Bowie. Una biografia, Maria Hesse e Franz Ruiz
Haddon Hall. Quando David inventò Bowie, Néjib

Tra gli arrivi di questo mese: Thelonious Monk. Storia di un genio americano, di Robin D.G. Kelley; Miles Davis, il Quintetto Perduto e altre rivoluzioni, di Bob Gluck; Do What you want. La storia dei Bad Religion), sulla contaminazione di generi musicali che ha portato il jazz a livelli espressivi altissimi e indimenticabili Mingus secondo Mingus, di John F.Goodman; Space is the place.La vita e la musica di Sun Ra, di John F.Swed. Controcultura in musica invece con Immagina. Racconti, disegni e sogni di un genio, di John Lennon; The Rolling Stones Altamont. Il giorno più nero della storia del rock e la fine del sogno degli anni ’60, di Joel Selvin; Nick Cave. Bad Seed La ballata di Re Inkiostro, di Massimo Padalino; Elton John, di Tom Doyle.

Fra le graphic novel abbiamo da Billy Holiday (Blues for lady day, di Paolo Parisi) a Maria Callas (di Vanna Vinci), da Johnny Cash (I see a darkness, di Reinhard Kleist) a Fabrizio De’ André (La buona novella, Paolo Castaldi).

#7 / SAGGI FRA PASSATO PRESENTE E FUTURO

In tempi così incerti e difficili focalizzarsi sul presente può essere una sfida troppo grande da affrontare da soli, quindi ci vengono in aiuto alcuni saggi capaci di analizzare i nostri giorni in maniera lucida e completa. Lo sguardo però, come spesso accade, è sempre diviso fra il confronto col passato e la prospettiva sul futuro: una sorta di Giano Bifronte che coniuga la lezione della storia con una riflessione sulle conseguenze a lungo termine di ciò che stiamo vivendo. Certamente questo vale per il virus e le epidemie ma anche per tanti altri temi. Ecco allora che vi proponiamo una lista di saggi sull’attualità e non solo:

I cantieri della storia. Ripartire, ricostruire, rinascere, di Federico Rampini
Svegliarsi negli anni Venti. Il cambiamento, i sogni e le paure da un secolo all’altro, di Paolo di Paolo
Il secolo dei dittatori, di Oliver Guez
Paure medievali. Epidemie, prodigi, fine del tempo, di Chiara Frugoni
Dante, di Alessandro Barbero

I dannati della metropoli. Etnografie dei migranti ai confini della legalità, di Andrea Staid
Bastava chiedere! 10 storie di femminismo quotidiano, di Emma
Difendersi. Una filosofia della violenza, di Elsa Dorlin
Gesù raccontato ai bambini capitalisti. Un Vangelo laico, ma non ateo per i figli del mondo globalizzato, di Gérard Thomas
Breviario per un confuso presente, di Corrado Augias

Immagina se… Libera il potere dell’immaginazione per creare il futuro che desideri, di Rob Hopkins
Prevedere l’imprevedibile. Presente, passato e futuro in tempo di coronavirus, di Vito Teti
Intelligenza artificiale. Cos’è davvero, come funziona, che effetti avrà, a cura di S.Quintarelli

 

#7 / L’HA SCRITTO UNA DONNA

Questo mese abbiamo davvero tantissime novità, abbiamo acquistato molti libri per ragazzi e arricchito la sezione dei graphic, dei gialli, dei romanzi storici. Potete trovare l’elenco completo nella news, ma intanto vi proponiamo alcune scritture femminili fra i nuovi arrivi, caratterizzate per il carattere insolito ed esuberante delle loro storie, provenienti tutte da parti diverse del mondo che sanno descrivere in modo molto evocativo. Allora per viaggiare con la mente attraverso sguardi controcorrenti, suggeriamo queste letture:

La valle oscura, di Anna Wiener: ambientato nella Silicon Valley e nel mondo dei big data, è una cronaca sarcastica e sferzante dell’universo tech
Nella quiete del tempo, di Olga Tokarczuk ci racconta di un mondo immaginario, protetto da quattro arcangeli, a metà fra un luogo indefinito delle fiabe e un fantastico cosmo dell’epica
Grand Union. Storie, di Zadie Smith è il primo libro di racconti della scrittrice anglo-giamaicana che gioca sulla commedia sociale toccando tematiche di attualità molto significative
Dominicana, di Angie Cruz, una storia coinvolgente in cui finzione e autobiografia si mescolano, mostrando con crudezza e ironia le ambiguità del Sogno Americano
La donna da mangiare, di Margaret Atwood è uno spaccato della società patriarcale degli anni 60, scorrevolissimo e molto femminista
Padania blues, di Nadia Busato, favola nera ambientata nella provincia lombarda da cui sognano tutti di scappare
Primavera, di Ali Smith, terzo volume della tetralogia ispirata alle stagioni dove i paesaggi innevati del precedente libro lasciano spazio alla radiosa speranza dei germogli, in  una parabola universale basata sull’attualità
Un mondo a portata di mano, di Maylis de Kerangal è un romanzo di formazione tutto incentrato sulla pittura e sull’arte
Borgo Sud, di Donatella Di Pietrantonio, dove l’Arminuta è diventata adulta e seguiamo le sue avventure umane assieme a quelle della diversissima sorella
Gli ultimi della steppa, di Maja Lund, romanzo familiare che percorre tre diversi piani temporali e tre diverse aree geografiche

PROPOSTA DI LETTURA / #6 FIABE D’INVERNO

C’era una volta una principessa trasformata in cervo che tornava a essere donna ogni notte di Natale, c’era un giovane in cerca di fortuna finito al servizio di un malvagio troll, c’era un povero pastore che trovò un borsellino capace di sborsare monete all’infinito, e poi c’era una tovaglia che si imbandiva da sola, una scatola con dentro un gigante pronto a esaudire ogni desiderio, una bisaccia da cui potevano uscire immensi eserciti…
La saggezza popolare, l’eterna tensione verso l’amore e la felicità, e il piacere di raccontare e abbandonarsi alla fantasia animano avventurosi viaggi attraverso montagne di vetro, regge di fuoco e castelli appesi a catene d’oro su un mare rosso, in cui il male è sempre in agguato e non si sa mai quale incontro riservi la sorte, ma il coraggio, il buonsenso e la generosità assicurano il lieto fine ai buoni, e un’impietosa punizione ai malvagi.

tra i titoli disponibili:
Le fiabe italiane di Italo Calvino, Italo Calvino
Le fiabe più belle dei fratelli Grimm
Le fiabe del Focolare, Jacob e Whilhelm Grimm
Fiabe, Jacob e Whilhelm Grimm
Le favole di Esopo, Andrea Valente
Il rapimento del principe Margarina, Mark Twain
Fiabe Irlandesi, James Stephens
Fiabe Danesi, AA.VV.
Fiabe Norvegesi, AA.VV.
Fiabe Islandesi, AA.VV.
Le mille e una notte

FOCUS / #6 LEGGERE I RUSSI

«Di nuovo, sono stato risucchiato. Ho avvertito una lieve pressione alle vertebre cervicali, mi è arrivato alle narici un odore aspro di campagna concimata di recente, di bettole, di sobborghi torvi e tristi, di tenerissimi fiori appena sbocciati e odore di mucche, di cavalli, di carrozze coperte dalla muffa della morte, e infine l’aroma sacro del sangue, l’afrore della cosa uccisa o suicida. Oh, certo sono immagini, molto discordanti, addirittura senza senso, perché metterle tutte insieme? Diciamo che sono esibizionista – che sto diventando, come succede a molti, un personaggio di ciò di cui vorrei parlare: vorrei parlare infatti di quella esperienza violenta, malsana, indispensabile, unica, che dà il semplice gesto di «leggere i russi». Giorgio Manganelli

“Nel calesse sedeva un signore non bello, ma nemmeno brutto d’aspetto, né troppo grasso, né troppo magro; non si poteva dire che fosse vecchio, però non è che fosse neanche troppo giovane.” Nikolaj Gogol’, Le anime morte

tra i titoli disponibili:
Il Maestro e Margherita, Michail Bulgakov
Oblomov, Ivan Gončarov
Il naso, il cappotto, Le anime morte, Nikolaj Gogol’
Eugenio Onegin, La figlia del capitano, Aleksandr Puškin
Padri e figli, Ivan Turgenev
Racconti, Anton Cechov
Delitto e castigo, I demoni, Fëdor Dostoevskij
Anna Karenina, Guerra e pace, Lev Tolstoj
Mosca-Petuski, Venedikt Erofeev
Tre matti, Gogol / Dostoevskij / Tolstoj
I Russi sono matti, Paolo Nori

PROPOSTA DI LETTURA / #6 LA BIANCA EINAUDI

Se è un giorno ozioso e triste, se siete generalmente melanconici, se il bicchiere è mezzo vuoto, questa giornata della nostra Settimana «bianca» potrebbe fare al caso vostro.
Le due letture di oggi sono infatti “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi” di Cesare Pavese e le “Cento poesie d’amore a Ladyhawke” di Michele Mari. Buone letture, in bianco!
La «Collezione di poesia» Einaudi, nata nel 1964, è comunemente chiamata la «collana bianca», per via della sua grafica inconfondibile (copyright Bruno Munari) che staglia i versi di una poesia del libro nel bianco della copertina. L’efficacia di questa scelta, che consente al lettore di entrare nel libro non appena lo prende in mano, è confermata dal fatto che la «bianca» è l’unica collana di lunga durata in tutta l’editoria italiana a non avere mai avuto un restyling.
Per la «bianca» passano i più importanti poeti del Novecento (sempre con testo a fronte), qualche classico imperdibile dei secoli più antichi e tanta poesia contemporanea, soprattutto italiana. Questa la «formula magica» di una collana che ha permesso di vendere oltre due milioni di copie di libri a una media di circa quarantamila copie l’anno, alla faccia di chi dice che la poesia non si vende…
Dunque, visto che non si può andare a sciare, la settimana bianca la facciamo con alcuni poeti di questa collana. Due al giorno fino a capodanno. Sugli sci della poesia attraverseremo paesaggi di parole mai troppo consuete e arriveremo fino alla fine dell’anno. Per ripartire più confortati e più rafforzati nel 2021.
crediti fotografici: Luana Rigolli

NOVITA’ / #5
Sette scrittrici e tre scrittori decidono di sottrarsi alla cupa realtà delle ore segnate dalla pandemia cercando rifugio virtuale nella forza della narrazione. Ogni giorno, per dieci giorni di fila, ispirandosi ai temi che hanno delineato le giornate immaginate da Giovanni Boccaccio nel Decamerone, i dieci scrittori si raccontano, via computer, a turno, delle storie per intrattenersi ed emozionarsi vicendevolmente. Lo schermo del pc si trasforma nel locus amoenus davanti al quale riescono ad allontanarsi, per un breve momento, da quell’orrore che già Dante aveva collocato all’inferno e che Boccaccio aveva riposizionato sulla terra. Il risultato di questi appuntamenti virtuali è un’antologia costruita dal coro delle voci di alcuni degli autori più noti della casa editrice Neri Pozza: Piera Ventre, Sandra Petrignani, Roberto Cotroneo, Francesca Diotallevi, Giuseppe Munforte, Novita Amadei, Eleonora Marangoni , Antonella Ossorio, Wanda Marasco, Olivier Guez e tanti altri, con la di «cornice» Emanuele Trevi, l’unico libero da ogni vincolo d’argomento.

Copertina del libro L’llegra brigata, AA.VV, Neri Pozza

FOCUS / #5
Franco Basaglia, psichiatra e neurologo italiano, nel 1968, chiede ai due fotografi Carla Cerati e Gianni Berengo Gardin  di effettuare un foto-reportage che possa essere in grado di restituire un’immagine della condizione esistenziale all’interno degli ambienti manicomiali di quegli anni. La ricerca si svolge fra Gorizia, Parma, Firenze.
Il quadro che ne viene fuori denuncia non solo l’inferno di molte strutture, ma anche la disfunzione di un sistema che aveva alla base una divisione, ideologica e deviata, tra ricchi e poveri e i manicomi erano il luogo in cui questa differenza si attuava, indipendentemente dalla presenza o meno di un disturbo mentale effettivo. Una denuncia del dolore, della sofferenza, dell’ingiustizia che spinse Basaglia a battersi per la rivoluzione delle strutture dedicate alla salute mentale, e che ha ancora oggi importanza per ricordare che l’attenzione per l’umano deve essere sempre la base per metodi, valutazioni, giudizi.

Dettaglio di foto da Manicomi, psichiatria e antipsichiatria nelle immagini degli anni settanta, di Gianni Berengo Gardin

PROPOSTA DI LETTURA / #5
Calamandrei individuava nella mobilità sociale il principale compito della scuola. L’opportunità aperta a tutti, indipendentemente dalla nascita, di entrare a far parte della classe dirigente. Considerava la scuola “un organo costituzionale” della democrazia e come la più iniqua e dannosa delle disuguaglianze il privilegio nell’istruzione. Privilegio rafforzato dall’indebolimennto della scuola pubblica a vantaggio di una privata ricca e protetta. Sono argomentazioni di grande attualità, oggi resa ancor più bruciante dal fatto che il sistema dell’istruzione in Italia sembra riavvolgersi intorno agli stessi problemi irrisolti.  “L’analisi di Calamandrei – scrive Tullio De Mauro nell’Introduzione – si impone oggi come ieri. Passa attraverso la capacità di promuovere una istruzione che rialzi in tutta la società i livelli di cultura, la possibilità di realizzare una compiuta democrazia che dia a tutti e tutte una effettiva pari dignità”.

Copertina del libro Per la scuola, Piero Calamandrei, Sellerio

 

PAUL AUSTER, Viaggio nello scriptorium
Paul Auster è uno dei protagonisti delle Interviste Impossibili. L’autore americano ci racconta un viaggio che parte da una claustrofobica stanza. Nessun indizio ad indicare dove siamo, solo oggetti con targhette e persone sconosciute che ci raccontano un passato che non ricordiamo. Mr Blank si risveglia malato e in pigiama in un ambiente che non riconosce, e non ha altra scelta se non proseguire la sua vita e la sua storia da dove ha memoria che sia cominciata, cioè da lì. Una riflessione sul ruolo e la responsabilità dell’autore nei confronti dei personaggi di invenzione, un’analisi dei meccanismi di scrittura arguta e visionaria ma anche una vicenda straniante ed appassionante insieme.

Lo spazio web di Festivaletteratura 2002 ha reso possibile la realizzazione di interviste in streaming non altrimenti possibili in presenza. Molti gli autori che riflettono sulla letteratura e sulla scrittura ma anche tante le personalità che ci offrono uno spazio di riflessione sull’attualità e sul futuro, per esempio nelle pubblicazione dell’almanacco.

Immagine: Sam Messer, The Whole Story, olio su tela, 2001; dalla copertina di Viaggi nello scriptorium, Paul Auster, 2007

LUCA SCARLINI, Cose Turche
Dal mito di Didone ai fumetti del collettivo Lab 619: la vicenda letteraria di Tunisi si dipana per più di due millenni, dalla fondazione di Cartagine fino all’instabile democrazia generata dalle speranze della primavera araba. Quest’anno Una città in libri si sposta sull’altra sponda del Mediterraneo e racconta una città antichissima. Si potrà visitare Tunisi in libri attraverso il sito, che ospiterà oltre 250 titoli, filmati storici, frammenti teatrali, immagini e opere video che restituiranno un ritratto non stereotipato di questa punta d’Africa protesa verso l’Europa. Ai materiali del sito si affiancano le trasmissioni di Radio Tunisi condotte da Luca Scarlini, con la partecipazione delle voci più interessanti della scena culturale della Tunisi di oggi.

Il viaggio, l’intercultura, lo sguardo composito sono solo alcuni dei fili rossi che legano gli eventi del festival. Quest’anno Mantova sarà al centro di esplorazioni virtuali e non, con numerosi scrittori italiani che possono guidarci in presenza attraverso le strade, gli edifici, gli spazi della città ma tante altre firme che possono portare una testimonianza dai loro paesi d’origine, facendoci quasi immaginare di essere là.

Immagine: Illustrazione di Federico Maggioni, copertina del libro Cose turche, Luca Scarlini, 2018

ALESSANDRO SANNA, Fiume lento
Alessandro Sanna, autore sardo ma mantovano di adozione, è ormai una presenza fissa del Festivaletteratura. Porta a Mantova la sua abilità di illustratore mettendola al servizio di Girotondo, che quest’anno si trasformerà in un pratico manuale di istruzioni per creare un percorso di giochi e attività a casa propria per riprodurre il parco di attrazioni d’artista che veniva ospitato nelle stanze del primo piano della Casa del Mantegna.
Inoltre la “rivolta dei bambini di Mantova”, ispirata all’omonimo libro di Pinin Carpi verrà portata nelle strade proprio dallo scrittore, presente al festival anche come rappresentante del genere della Graphic Novel.

In biblioteca, nel settore dedicato alle Graphic, sono ospitati alcuni dei libri più famosi di Sanna: Pinocchio prima di Pinocchio, Come questa pietra (silent book dedicato al tema delle guerre), Fiume lento, poetico omaggio al Po, Moby Dick.

Immagine: Copertina di The River, traduzione inglese del libro Fiume Lento, di Alessandro Sanna, 2013

#4 / NOVANTANOVE NOTTI NEL LOGWAR
di Jamil Jan Kochai

Marwand è un dodicenne di origini afgane cresciuto negli Stati Uniti e in tutto e per tutto simile ai suoi coetanei americani. Ma quando la famiglia lo riporta nella terra degli antenati, di cui non parla la lingua ma a cui si sente indissolubilmente legato, per lui comincia l’avventura. Sulle tracce del cane Budabash, che gli ha morso un dito ed è fuggito nella notte, questo Huckleberry Finn contemporaneo s’imbarca in un viaggio picaresco ed esilarante, pieno di sorprese, pericoli e incontri, fra i vicoli di un villaggio magico e senza tempo ma segnato dalla guerra.

Fra le nostre proposte puoi trovare altri titoli di autori stranieri: non possono mancare gli americani ma abbiamo selezionati titoli sia dall’est Europa che dal mondo orientale e arabo.

Leggi l’elenco completo.

#4 / L’ARTE DI VIAGGIARE
di Alain de Bottom

«L’arte di viaggiare pone una serie di interrogativi il cui studio potrebbe modestamente contribuire alla comprensione di ciò che i filosofi greci indicavano con la bella espressione eudaimonia, ovvero felicità.» Alain de Botton Possono scrittori, artisti e filosofi rivelarsi ottimi compagni di viaggio? Alain de Botton non ha dubbi e si affida a guide illustri del passato per scandire le sue partenze e i suoi ritorni. Ecco allora grandi città europee come Amsterdam e Madrid colte nel loro incanto dallo sguardo di Flaubert e di Humboldt, o Barbados, meta turistica rivalutata grazie a Huysmans; ma anche il Lake District e l’aura di serenità della campagna inglese visti attraverso le parole di Wordsworth. Dopo Le consolazioni della filosofia, De Botton costruisce con equilibrio e misura un altro manuale del vivere bene, lieve e divertito e ci regala una guida preziosa per quei viaggiatori distratti che tutti noi siamo.

Fra i titoli proposti per l’estate troverai molti libri legati al viaggio, al cammino, alle strade.

Leggi l’elenco completo.

#4 / CANTA, SPIRITO, CANTA
di Jesmyn Ward

Jojo ha tredici anni, e cerca di capire cosa vuol dire diventare un uomo. Vive con la madre Leonie, la sorellina Kayla e il nonno Pop, che si prende cura di loro e della nonna Mam, in fin di vita. Leonie è una presenza incostante nella vita della sua famiglia. È una donna in perenne conflitto con gli altri e con se stessa, vorrebbe essere una madre migliore ma non riesce a mettere i figli al di sopra dei suoi bisogni. Quando Michael, il padre di Jojo e Kayla, esce
di prigione, Leonie parte con i figli per andarlo a prendere. E così Jojo deve staccarsi dai nonni, dalla loro presenza sicura e dai loro racconti, che parlano
di una natura animata di spiriti e di un passato di sangue. E mentre Mam si spegne, gli spiriti attendono, aggrappati alla promessa di una pace che solo la
famiglia riunita può dare.

In biblioteca trovi, fra le letture estive, storie molto profonde che trattano alcuni temi importanti come il legame con le proprie origini, i vincoli di sangue e la natura, l’amore e la violenza, la colpa e la speranza, l’umanità e riscatto.

Leggi l’elenco completo.

NOVITA’ / #3

Questo mese nelle nostre novità non potevano mancare titoli ispirati dalla strana situazione che stiamo vivendo: Spillover di David Quammen, L’Italia è bella dentro di Luca Martinelli e Inventario di un cuore in allarme di Lorenzo Marrone.
Ma non solo: per non perdere il gusto per le cose belle Sorridere di Michele Smargassi sulla fotografia. Sempre in ambito artistico il nuovo libro di Mario Cresci, Segni migranti e la storia dedicata ai più piccoli Come in un film. Per un viaggio intimistico nell’arte italiana e nella storia Un punto di approdo di Hisham Matar; la rivoluzione cubana in Cadere di Carlos Manuel Alvarez. Metodo Srebrenica di Ivica Dikic, Hotel Tito di Ivana Bodrožić e L’albero della vergogna di Ramiro Pinilla per ricordare le gravi tragedie storiche. La gioia fa parecchio rumore di Sandro Bonvissuto e Le gratitudini di Delphine de Vigan garantiscono le energie positive di cui abbiamo più bisogno.
Per i ragazzi gli illustrati La storia più importante di Kenneth Oppel e L’isola schifosa di William Steig. Abbiamo inoltre aggiornato i titoli di Raffaello Baldini e Ignazio Silone.

 

Immagine: copertina del libro Le gratitudini, di Delphine De Vigan

FOCUS / #3

In occasione dei 500 anni dalla morte del “divin pittore” Raffello vogliamo omaggiarlo con un focus sui numerosi libri che rappresentano l’arte rinascimentale italiana. Oltre alle varie monografie dedicate all’artista (ci sono anche quelle per bambini!) troviamo il volume Arte italiana del rinascimento, a cura di Toman Rolf che raccoglie saggi di vari autori. Per una visione ancora più ampia il saggio Rinascimento di Nicola Giardini definisce i simboli della nuova sensibilità,  Rinascimento di Matteo Strukul, con una impostazione più divulgativa ed eclettica offre un patchwork di scintille artistiche fra parole e immagini. Anche Le meraviglie di Roma : dal Rinascimento ai giorni nostri di Vittorio Sgarbi è un grande omaggio alla nostra bell’Italia, mentre Il museo del mondo di Melania Mazzucco percorre i migliori quadri della storia in una galleria personalissima. Per rimanere in ambito femminile Le disobbedienti di Elisabetta Rasy e Arte al femminile di Simona Bartolena. Nella sezione ARTI, trovi anche tutti i titoli di Bruno Munari, geniale artista che pensava che educare la persona umana significasse soprattutto istruirla alla bellezza e alla creatività; perché una persona priva di creatività è incompleta.

 

PROPOSTA DI LETTURA / #3

Parola d’ordine: resilienza, l’eroicità necessaria per resistere davanti alla crisi e alle difficoltà. In occasione delle feste della Liberazione e del 1° maggio, vogliamo proporvi una bibliografia che spazi attraverso i temi della libertà, del lavoro, della conquista della democrazia e dei diritti ma soprattutto che si affaccino sul futuro dopo la crisi.
Ecco dunque, per incoraggiare la nuova alleanza fra scienza e politica, La scienza fa bene di Luca Bonfanti. Per ridimensionare la nostra percezione delle disgrazie proponiamo Strategia della crisi di Paolo Nori e Le beatitudini della malattia di Roberta Dapunt. Per uno sguardo analitico il “classico” Stato di crisi di Zygmunt Bauman e Crisi: come rinascono le nazioni di Jared Diamond, oltre a Lee Smolin in La rinascita del tempo.
Per piccole rivoluzioni quotidiane il Dizionario delle idee non comuni di Armando Massarenti, Perseverare è umano di Pietro Trabucchi e Ciò che possiamo fare di Lella Costa. Per ricordare gli esempi virtuosi del passato Possa il mio sangue servire di Aldo Cazzullo e le storie emiliane proposte da Massimo Zamboni in L’eco di uno sparo. Sulla tecnologia La trappola di internet di Matthew Hindman e Rete padrona di Federico Rampini. Infine, alcuni romanzi che allenano la nostra libertà di pensiero: La fine della fine della terra di Jonathan Franzen, Il simpatizzante di Viet Than Nuyen e Il silenzio del mare di Vercors.

Leggi la notizia per sapere di più!

Immagine: dal libro Dizionario di Po e di robinie, di Sandro Tedeschi

NOVITA’ / #2

Per questo mese abbiamo pensato di rinnovare il nostro settore per ragazzi scegliendo case editrici molto attente alle illustrazioni. Potete trovare così Nella mente dei mostri e Universi di Guillaume Duprat, per i tantissimi bambini amanti dei dinosauri Il grande libro dei dinosauri più grandi di Cristina M. Banfi. Nuovi arrivi sono anche l’illustrato La pietra blu di Jimmy Liao e il libro di poesie dedicato al mondo felino Vite di gatti straordinari di Sébastien Perez e Benjamin Lacombe, nonché un settore di PRIMI SAPERI completamente aggiornato sulle tematiche dell’ambiente e del clima. Per quanto riguarda la narrativa sono arrivati il romanzo Ottavio il timido
e la raccolta di racconti Il trombonista jazz dell’amico Aldo Gianolio, oltre ai nuovi titoli di Nick Hornby, Roberto Bolaño e Tracy Chevalier. Per la saggistica puoi approfondire i classici con Le nuove eroidi, riscrittura delle firme femminili più note e Il romanzo di Artemide di Muriel Szac.

FOCUS / #2

Quest’anno ricorrono cent’anni dalla nascita di Gianni Rodari, un numero che lascia incredulo chi lo conosce attraverso i suoi libri. Perché da decenni essi raccontano ogni giorno una realtà sempre attuale, descrivono lucidamente sentimenti ancora veri e nella loro semplicità geniale ci fanno riconoscere. Sono insomma storie moderne incarnate in una forma ‘classica’: universale, eterna, perfetta. In biblioteca i suoi libri li abbiamo quasi tutti, adatti a grandi e piccini e sempre originali. Li trovi in SALA RAGAZZI nel settore AUTORI 6-10 ANNI.

 

 

 

 

In foto: Gianni Rodari, ©Block

PROPOSTA DI LETTURA / #2

Nel 2020 la città insignita del titolo di Capitale della Cultura è la nostra vicina Parma. Cesare Zavattini aveva un legame particolare con, cresciuto e formatosi in questa città illustre. Abbiamo pensato di inoltrarci nello spirito parmigiano attraverso una selezione di libri legati all’Emilia, che tocchino i nostri punti forte come la musica, il teatro, la gastronomia, il paesaggio. Per consigli di turismi locale e anche per conoscere meglio gli artisti che ci hanno rappresentato nel mondo.

 

 

 

 

Il campanile del Duomo, ©Michelangelo Nodolini

NOVITA’ / #1

La bibliografia dei nuovi acquisti comprende il plurirecensito Il colibrì di Veronesi, oltre ai celebri gialli La casa delle voci di Carrisi e La palude dei fuochi erranti di Baldini. Vi proponiamo anche l’originale romanzo storico La diga sull’oceano di Guerrieri e i racconti sociali In mezzo al mare di Torre. Per quanto riguarda la saggistica, abbiamo alcuni nuovi arrivi su tematiche belliche (L’infanzia dei dittatori di Chalmet, Matti di guerra di AA.VV., Vietnam di Hastings), oltre a Black liberation struggle di Angela Davis e Tokyo Stories di Tim Anderson. Per i ragazzi abbiamo acquistato Il rospo e le ninfee, dell’amico Giuseppe Vitale e Alex e la voce del fiume di Molaschi, ambientato sul Po. Nel settore viaggio la Guida ai luoghi geniali di Devis Bellucci e per il cinema Una visita al Bates Hotel di Guido Vitiello.

FOCUS / #1

Il 19 gennaio 1940 nasceva a Palermo Paolo Borsellino, simbolo della lotta alla mafia e martire della giustizia. In occasione del 60° anniversario abbiamo pensato di proporre alcune letture molto attuali sul caso Aemilia, che ci riguarda da vicino (Rosso Mafia di Dalla Chiesa, I mille giorni di Aemilia di Soresina), oltre agli interessanti saggi-racconto di Pietro Grasso (Storie di sangue, amici e fantasmi) e Mario Calabresi (Spingendo la notte più in là). Altri importanti titoli sul tema, trattato nelle sue ampie e complesse declinazioni, li trovi in SALA ARTI E CONOSCENZE 364

 

Foto di Letizia Battaglia

PROPOSTA DI LETTURA / #1

Il nuovo anno comincia con la celebrazione del maestro del cinema che ha reso l’Italia famosa come il paese della Dolce Vita. Nel centenario dalla sua nascita innumerevoli sono gli eventi nella sua Romagna e non solo. Anche noi lo celebriamo con numerose pellicole della sua filmografia disponibili in DVD,
alcuni saggi sul cinema italiano e tanti romanzi legati al mondo della cinematografia. Nel segno felliniano del “tutto si immagina” abbiamo anche a disposizione il prezioso Libro dei sogni, illustrato e scritto da Fellini stesso.

 

Scena dal film La dolce vita